Buon anno scolastico, nonostante tutto?

Dopo il Presidente del Consiglio ed i suoi Ministri, dopo i Sindaci e gli Assessori comunali e regionali, anche Cittadinanzattiva, nonostante tutto, augura agli studenti italiani ed alle loro famiglie, agli insegnanti ed al personale non docente, ai Dirigenti scolastici, un buon anno scolastico.

Leggi tutto...

Il MIUR deve rendere nota l'Anagrafe: vittoria al TAR!

Finalmente, dopo averlo richiesto fin dal 2002, Cittadinanzattiva vede riconosciuto il diritto a che vengano resi pubblici, da parte del Ministero dell’Istruzione, i dati dell’Anagrafe dell’Edilizia scolastica e quelli della Mappatura degli elementi non strutturali di tutti i 41.483 edifici scolastici italiani. Una vittoria per i cittadini, che vedono riconosciuto il loro diritto alla trasparenza

Leggi tutto...

Caro Renzi, sulla scuola pensiamo che...

Caro Presidente Renzi,

Le Sue dichiarazioni di questi giorni sulla centralità della scuola e sull’edilizia scolastica (piano straordinario sull’edilizia scolastica, tempi ristretti di attuazione, coinvolgimento degli operatori della scuola, svincolamento dal patto di stabilità, mappatura aggiornata dei dati)hanno ridato speranza e concretezza a noi come a tanti cittadini,

Leggi tutto...

Scegli L'8 per mille all'edilizia scolastica

Il 39% delle scuole italiane ha uno stato di manutenzione inadeguato e ogni anno le famiglie italiane versano circa 390 milioni di euro per “sostenere” la scuola, attraverso i contributi volontari e la donazione di materiali di vario tipo, dalla carta igienica alle matite e pennarelli.

Leggi tutto...

La scuola, tra cittadini attivi e paganti e istituzioni riluttanti

Genitori che si rimboccano le maniche per ripulire la scuola, ed altri che si oppongono alla chiusura della scuola "insicura" per la scomodità' che crea. Dirigenti scolastici che presidiano la sicurezza degli edifici a loro affidati con il concorso di tutti, e altri che impediscono l’accesso nelle scuole  alle organizzazioni o ai Comitati, considerandole proprietà privata.

Leggi tutto...

School in Italy between active and paying citizens, and reluctant institutions

Parents who roll up their sleeves to clean up the school, and others who are opposed to closure of the "unsafe" school for the inconvenience that creates. School leaders that oversee the safety of buildings assigned to them with the help of all, and others that prevent access in schools to organizations or committees, considering private property. Auditors who fail to intervene even compared to emergencies, others acting with the limited resources available, endeavoring as they can. Teachers also available to administer medicines, teachers refractory to any change and innovation. School buildings in large cities that fall apart, cutting-edge buildings in small towns of the South

Leggi tutto...

"Assente ingiustificato" a chi?

E' intollerabile che un ragazzo di 15 anni sia costretto a portare il pappagallo da casa perché non c'e' un bagno fruibile per chi si trovi in carrozzina; è vergognoso che si consideri una pretesa quella di ragazzi e ragazze con disabilità di voler partecipare alle uscite scolastiche con la propria classe; è ingiusto che un genitore debba vedersi costretto a rinunciare al proprio lavoro per recarsi ogni giorno a scuola per somministrare farmaci al proprio figlio perché non c'è una normativa che stabilisca chi lo debba fare; è discriminatorio dover scegliere il corso di studi superiori sulla base della presenza o meno di barriere a scuola, potendo scegliere quasi sempre solo tra istituti tecnici o professionali.

Leggi tutto...

Invia un sms al 45508 contro le barriere a scuola!

Dona 2 euro inviando un sms al 45508! Contribuirai alla campagna Assente ingiustificato, con cui Cittadinanzattiva e UILDM si impegnano per rendere accessibili alcune scuole in tutta Italia.

Leggi tutto...

Sicurezza delle scuole: davvero “è tutto sotto controllo”?

All’indomani dell’evacuazione dei 450 studenti della scuola primaria L. Sciascia a Villa Bonelli di Roma, lo scorso 18 settembre, per il cedimento di un pilone al piano terra della scuola, un consigliere del XV Municipio di Roma ha dichiarato, ad un noto organo di stampa, in risposta alla preoccupazione manifestata dalle famiglie degli alunni: “E’ solo allarmismo. E’ tutto sotto controllo”.

Leggi tutto...

Il Premio Scafidi tra contraddizioni e speranze

Il 19 aprile a Roma, presso la Sala delle Colonne della Camera dei Deputati, si è tenuta la VI edizione del Premio delle Buone Pratiche di Educazione alla sicurezza e alla salute a Scuola “Vito Scafidi”. Il Premio fa parte della Campagna Impararesicuri, che quest’anno festeggia il suo Decennale.

Leggi tutto...

Tre proposte “low cost” per una scuola come bene comune

Abbiamo avuto modo nelle settimane scorse di apprezzare pubblicamente le prime decisioni assunte dal neo Ministro dell’Istruzione Profumo, alcune delle quali, bisogna darne atto, già avviate dal suo predecessore.

Leggi tutto...

Capitali scudati contro capitale umano?

Come tante cittadine e cittadini italiani sto vivendo con speranza, con trepidazione ma anche con sorpresa ed indignazione, queste ore difficili della vita del nostro paese, emblematicamente rappresentate da una manovra economica (la quarta in pochi mesi)

Leggi tutto...

Per ricostruire l’Italia si cominci dalla scuola

Nuovo anno scolastico e va peggio di prima. Di nuovo aule sporche e insicure, aule ancora più affollate, tagli di bilancio che continuano ad infierire e che rendono difficile il sereno svolgimento delle attività scolastiche.

Leggi tutto...

Cara Ministro Gelmini, le scrivo…

Oltre alla consuete domande che le vengono sottoposte normalmente e non avendo la possibilità di rivolgergliele direttamente, le vorremmo sottoporre alcune questioni estremamente concrete ma ancora irrisolte.

Leggi tutto...

Da valutatori a valutati: perché gli insegnanti non ci stanno?

punto_16_12_2010

Lo scorso 18 novembre il Ministro Gelmini aveva annunciato, definendolo un "giorno storico", l'avvio del progetto sperimentale di valutazione delle scuole e degli insegnanti nelle scuole secondarie di primo grado di quattro città italiane: Torino e Napoli per valutare la performance degli insegnanti, Pisa e Siracusa per quella organizzativa degli istituti scolastici.

Leggi tutto...

25 novembre: si torna... sotto i banchi!

punto_25_11_2010Anche quest’anno si celebra la giornata nazionale della sicurezza nelle scuole. Un evento dal sapore celebrativo e propositivo per migliaia di scuole italiane che approfittano dell’appuntamento per realizzare prove di evacuazione ed incontri con esperti, giochi di ruolo e attività dimostrative sui temi della sicurezza e della salute (rischio sismico, prevenzione del tabagismo, rischio elettromagnetico, comportamenti violenti, sicurezza strutturale, sicurezza stradale, alimentazione, ecc.).

Leggi tutto...

Scuola pubblica vendesi?

punto_20_10_10L’ipotesi di una costituenda “Scuola Spa” è apparsa su alcuni quotidiani nei giorni scorsi ma non è stata seguita da dichiarazioni ufficiali da parte di nessuno dei tre Ministeri (Economia, Infrastrutture ed Istruzione) da cui sarebbe partita la proposta. Questa circostanza, già di per sé singolare, desta grande preoccupazione perché, alla luce di episodi precedenti (link all'elenco delle 12.000 scuole a rischio sicurezzalink all'elenco delle 2.400 scuole rischio amianto)

Leggi tutto...

Una scuola più sicura, bella e civile grazie a studenti cittadini attivi

punto_23_04_09Si impegnano per rendere più sicure le loro scuole, per il rispetto dell'ambiente e del territorio, per diffondere una alimentazione sana, per promuovere un uso consapevole delle nuove tecnologie e lottare contro i comportamenti violenti e il bullismo fra pari. Sono gli studenti ed insegnanti delle circa 250 scuole di 17 Regioni che hanno partecipato, con 262 progetti, alla terza edizione del Premio delle Buone pratiche di educazione alla sicurezza e alla salute "Vito Scafidi" promosso dalla Scuola di Cittadinanzattiva, nell'ambito della campagna Impararesicuri.

Leggi tutto...

VI Giornata nazionale della sicurezza scolastica

luttoAbbiamo deciso di mantenere le attività previste la VI giornata della scuola. Pensiamo sia il modo migliore per onorare Vito, la sua famiglia ed i ragazzi feriti nella scuola Darwin di Rivoli: lavorare affinchè venga garantita la sicurezza delle nostre scuole e di chi in esse studia e lavora continua ad essere il nostro obiettivo.

Leggi tutto...

Una riforma che non ci piace

punto_30_10"Una riforma contraddittoria ed autoritaria”. Così definisce Cittadinanzattiva il decreto Gelmini appena approvato al Senato. “Per questo abbiamo aderito allo sciopero generale del 30 ottobre, una scelta per noi inconsueta”, spiega Teresa Petrangolini, segretario generale di Cittadinanzattiva. “La riforma non ci piace né nel merito né nel metodo: manca una oggettività dei dati e si va contro leggi già esistenti, come le normative sulla sicurezza e quelle a tutela dei disabili.

Leggi tutto...